EXTRA TREK

Star Trek All Series Channel

© 2017-2019  extratrek.com @ All rights resevered.

extratrek@gmail.com

STAR TREK©​ è un marchio registrato  da CBS Corporation e Viacom, info sul suo uso in questo sito qui

info sul suo uso di altri Marchi in questo sito qui

STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   SCI-FI   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   SCI-FI   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   SCI-FI   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   SCI-FI   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   STAR TREK DISCOVERY   -   STAR TREK PICARD   -    STAR TREK LOWER DECKS   -   SCI-FI   -

LOGOExtraTrekvergine.PNG

facebook
twitter
youtube
instagram
telegram6
01/08/2019, 11:56

Netflix, Amazon Prime, Bob Lazar, Taken, 400 giorni,



In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente
In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente
In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente
In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente
In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente
In-attesa-di-Star-Trek:-Picard...-Qualcosa-da-vedere-assolutamente


 I consigli di Tiziano Rea per alleviare la sofferenza dovuta all’attesa della nuova serie dedicata a Jean-Luc Picard



Nel mentre tra i fan tengono banco le teorie sull’imminente serie Star Trek: Picard, di seguito potete trovare qualche considerazione su alcune Serie e Film già disponibili su Netflix e Amazon Prime.

Cominciamo con un documentario: "Bob Lazar: Area 51 & Flying Saucers". Per chi non lo conoscesse, lo statunitense Bob Lazar è un fisico, o sedicente tale stando a Wikipedia, il quale negli anni ’80 acquisì una discreta fama grazie alle sue rivelazioni in ambito U.F.O.


Il sedicente fisico ha sempre dichiarato di aver lavorato in una base supersegreta degli USA denominata S-4, a pochissima distanza dalla più nota Area 51 dove, secondo le varie leggende metropolitane, verrebbero custodite navicelle spaziali extraterrestri, resti di alieni e quant’altro.

Dopo alcuni anni di esposizione mediatica, totalmente no profit e giustificata come un modo per tutelarsi da ogni possibile spiacevole conseguenza, Lazar è letteralmente svanito nel nulla dedicandosi alla propria vita, non senza qualche problema legale che ha contribuito a rendere la sua figura a dir poco controversa.

Ora è tornato a parlare di Alieni, UFO e retro-ingegneria, in questo documentario, consigliatissimo a tutti gli appassionati dell’argomento ma anche ai più scettici.

Restiamo in tema UFO con un "classico" recentemente pubblicato su Amazon Prime, sebbene non si tratta di una prima visione ma di una miniserie andata in onda nel 2002 e prodotta da Steven Spielberg, Taken.


La struttura della serie è molto interessante, 10 episodi che abbracciano ben 7 decadi e 3 generazioni di altrettante famiglie, per lo più suddivisi in una decade per ogni episodio, a cominciare dal primo ambientato negli anni ’40.

L’obiettivo è quello di creare una sorta di enciclopedia della ufologia moderna partendo dagli avvistamenti dell’aviazione americana e il noto incidente di Roswell e focalizzandosi sul tema dei rapimenti alieni. Molti dei fatti descritti sono realmente accaduti, come il succitato incidente di Roswell, altri sono romanzati, altri ancora inventati, ma ne esce comunque un quadro molto interessante sia sul piano tecnico sia su quello prettamente narrativo.

Piccola curiosità, tra i protagonisti della serie abbiamo un giovanissimo Anton Yelchin che pochi anni più tardi salirà a bordo della Enterprise del Kelvinverse nei panni di Chekov, oltre a Matt Frewer, volto noto al mondo Trek per aver ricoperto il ruolo di Berlinghoff Rasmussen nell’episodio "Uno Strano Visitatore" nella quinta stagione di The Next Generation. La visione è assolutamente consigliata.

Tornando al presente, su Netflix, abbiamo la possibilità di vedere le due stagioni di Salvation, serie prodotta da Alex Kurtzmann e purtroppo interrotta alla fine del secondo anno, senza un vero e proprio finale.


La trama parte da una teoria molto comune e concreta, per quanto improbabile (almeno nei nostri giorni), ossia: cosa accadrebbe se un asteroide, grande abbastanza da minacciare l’esistenza della vita come la conosciamo, finisse in rotta di collisione con la Terra?

La premessa è di sicuro intrigante, la difficoltà di mantenere alta la tensione sul tema per più di una o due stagioni è a dir poco monumentale ed infatti gli ascolti tra il primo ed il secondo anno si sono dimezzati, determinando la decisione da parte di CBS di cancellarla proprio appena dopo il colpo di scena dell’ultimo episodio.

Tra personaggi a tratti ridondanti, tra cui spicca il Darius Tanz di Santiago Cabrera (che presto vedremo in Star Trek: Picard), una sorta di Tony Stark meno carismatico.

Nonostante situazioni non sempre convincenti (in meno di 20 puntate della serie gli Stati Uniti cambiano più Presidenti che negli ultimi 20 anni), alla fine resta, comunque, l’amaro in bocca per la decisione presa dalla CBS. Consigliato, ma per completezza (diciamo così). 

Rimbalziamo di nuovo da Netflix ad Amazon Prime con"400Giorni".Prima o poi dovremo (o potremo) raggiungere mondi lontani edaffrontare il viaggio nello spazio per lunghi periodi, cosa accade quindi allapsiche umana se si è costretti a stare molto tempo chiusi in un’astronave? 
Cosa c’è di meglio di un bell’esperimento per rispondere aquesta domanda? 


E così 5 potenziali astronauti vengono chiusi nellospaz...pardon, sotto terra in una simulazione per 400 giorni, una specie digrande fratello spaziale.Ad un certo punto, però, quando le condizioni psicofisichedei protagonisti diventano oggettivamente insostenibili e decidono (propriopoco prima dello scadere dei 400 giorni) di uscire dal bunker in cui eranochiusi scoprono che forse non era solo una simulazione.

Tutto molto avvincente fin qui, con l’ex Superman BrandonRuth a guidare l’equipaggio in situazioni a cavallo tra fantascienza ed horror,purtroppo proprio quando le emozioni dovrebbero esplodere (ossia quando esconoallo scoperto abbandonando la "navicella" sotterranea) il film si accartocciasu se stesso facendoci ritrovare in un’ambientazione che ricorda (vagamente)atmosfere e situazioni a cavallo tra George Romero e David Lynch ma che dellivello artistico di Romero e Lynch non hanno nemmeno il ricordo. 

Soprattutto la trama si scombina giungendo ad un punto mortoanche quando il finale suggerisce un’ulteriore rivelazione che però, invece dilegare insieme i punti li lascia ancora più distanti tra loro.Guardatelo se proprio non riuscite a farne a meno.

Finiamo con Another Life, la cui prima stagione èdisponibile su Netflix.Praticamente un miscuglio (o forse sarebbe più corretto dire"guazzabuglio") di idee già viste alcune ai limiti del plagio (l’esplosione diun sistema nervoso dalla schiena di una donna che a dir poco ricorda il"chestbruster" del primo Alien). 


La trama, anch’essa non originalissima ma comunqueintrigante, un artefatto (o veicolo) alieno giunge sulla Terra, cosa vorranno?Sono amici o nemici? Sai che c’è, visto che sappiamo viaggiare tra le stellealla velocità della luce andiamo sul loro pianeta e vediamo cosa vogliono. 

Detta così può anche funzionare, aggiungiamoci anche unlivello tecnico tutto sommato convincente (ottima fotografia, buoni effettispeciali etc) ma poi, man mano che passano gli episodi aumentano leperplessità, forse a causa di un casting non proprio azzeccatissimo, forse acausa di un’apparente ricerca quasi ossessiva della citazione a tutti i costi(si va come detto da Alien a Star Trek, Arrival, Prometheus etc etc) tuttaviaappaiono eccessivi i momenti inseriti per sviluppare situazioni che se da unlato si richiamano a contesti precedenti dall’altro appaiono tutt’altro chefunzionali alla trama e quindi del tutto inutili e, in alcuni casi, persinogrottesche.Saprà tirarsi su o finirà tutto in una bolla di sapone?

Buona visione.



1
USS.DiscoverySiate intrepidi,
Siate audaci,
Siate Coraggiosi
Christopher PikeJean-Luc PicardIl comando pensa che i disadattati siano utili
Ci tengono occupati.
Chi è strano è divertente
Philippa Georgiou

 Star Trek All Series Channel - Star Trek News Italia - Fanpage

MISSION.

  • LIVE INTERNET

  • VIDEO

  • NEWS

  • ​RECENSIONI

EXTRA TREK DISCOVERY

{

Diretta live Facebook inerente Star Trek Discovery e ad altri Filim e Telefilm Sci-Fi

 

  • Intervernti scritti e Telefonici da parte degli ascoltatori tramite il Centralino Extra Trek

  • Approfondimenti dal mondo della Fantascienza

  • News dal mondo di Star Trek e non solo

 

Centalino raggiungibile al numero +39 366 34 17 663

 

eyJpdCI6IkRJcmV0dGEgRXh0cmEgVHJlayJ9eyJpdCI6IkRJcmV0dGEgRXh0cmEgVHJlayJ9eyJpdCI6IkRJcmV0dGEgRXh0cmEgVHJlayJ9

L'INTERVISTA 

di antonio palazzo

Antonio durante i suoi viaggi, fa visita a convention e fiere Intervistando varie persone legate al mondo della fantascienza o dello spettacolo 

{

EXTRA TREK 

COFFEe EXPRESS

Un countdown di 10 Minuti scandito da un timer sonoro minuto per minuto,

che porta alla fine della trasmissione,  una versione light  di Extra Trek.

il nostro team.

ANTONIO PALAZZO

Redazione Editoriale - Inviato

GIANNI TAGLIAFERRI

Redazione Editoriale - Conduttore Live

CLAUDIO FINAZZI

Editore - Conduttore Live

TIZIANO REA

Redazione Editoriale

SERGIO RAFFAELE DI BARLETTA

Redazione Editoriale - Traduttore

ARIANNA AGOTANI

Opinionista Jason Isaacs

GIULIA SANTILLI

Voce Extra Trek

onestÀ

intellettuale.

Extra Trek è un sito web per Fan creato da Fan.

 

i componenti della nostra redazione dedicano il loro tempo libero nella produzione di articoli, contenuti video e dirette live .

 

Non solo; si impegnano ogni giorno per cercare di tradurre e portare sui vostri dispositivi le notizie

e i vari contenuti multimediali che trovano nella rete internet mondiale,

senza impossesarsi delle idee o degli articoli altrui,

specificando sempre la fonte originale.

 

Crediamo che l'onesta, la verità, che sono alla base del pensiero del creatore di Star Trek

Gene Roddenberry debba accompagnarci ogni giorno nel nostro piccolo, 

in tutto quello che facciamo.

 

più info qui

 

{

"La razza umana è una creatura straordinaria, con un grande potenziale, e spero che Star Trek abbia contribuito a mostrarci cosa possiamo essere se crediamo in noi stessi e nelle nostre capacità."


Gene Wesley Roddenberry​ 

El Paso, 19 agosto 1921

Santa Monica, 24 ottobre 1991

info&

contacts.

Create a website